Opinioni non richieste KW#15 2019

Immagine correlataIl carabiniere Tedesco racconta la verità sul pestaggio di Stefano Cucchi. Dopo anni, qualche sprazzo di verità.

**

Immagine correlataMarino viene assolto dalle accuse a suo carico.

 

**

Immagine correlataOvviamente, dopo il caso Cucchi e il caso Marino, il mondo della politica, o meglio di quei politici che avevano gettato fango su queste persone, si è prodigato in scuse e mea culpa. Il primo Salvini, che… ah no, aspetta…

**

Immagine correlataIl ministro degli interni diserterà le cerimonie del 25 Aprile, in quanto sostiene che l’antifascismo sia speculare all’anticomunismo e dunque, in sostanza, un’opinione personale e non un dovere civico. Il ministro dimentica, o finge di dimenticare, che se lui oggi è ministro lo deve proprio all’antifascismo. Il ministro finge di dimenticare che il fascismo è una dittatura e no, in democrazia essere fascisti non è un’opinione lecita. Il ministro abbatte apertamente e con nonchalance perfino i tabù più gravi. E’ la prima volta nella storia e a me inquieta parecchio.

**

Immagine correlataPillon dimentica di cambiare account su Facebook e mette un commento di incoraggiamento a un suo post usando il suo stesso profilo. E niente, questa l’ho messa solo per ridere.

**

Immagine correlataRatzinger riemerge dal congelatore per dire che la colpa della pedofilia è del ’68. E la colpa della riduzione delle nascite, immagino, è del 69.

**

Immagine correlataIl governo, nella persona di Vito Crimi (5 stelle) non rinnova la convenzione con Radio Radicale. Una delle realtà più serie e affidabili del nostro paese. Ma il presupposto della democrazia diretta non dovrebbe essere l’informazione??? È una cosa di una gravità inaudita, ma ovviamente passerà in sordina.

**

Immagine correlataMuore Massimo Bordin, ex direttore di Radio Radicale. Sembra una barzelletta, ma proprio Vito Crimi ha avuto la faccia di esternare via Twitter le condoglianze alla famiglia, scrivendo: “Il giornalismo italiano perde uno fra i suoi più importanti protagonisti, un professionista serio e preparato”. Tra tutte le occasioni che aveva per stare zitto, ha perso la migliore.

**

Immagine correlataNotre Dame brucia. E il mondo piange. (Salvini no: lui guarda il grande fratello). Alcuni deficienti esultano. Altri deficienti gridano al complotto. Altri deficienti ancora sostengono che sia una punizione divina, perché i Gargoiles sembrano diavoli. E’ Gesù che si è vendicato, insomma, e ci ha pensato dopo 900 anni.

**

Immagine correlataCOMMENTO A FORTE CONTENUTO IMPOPOLARE.

Notre Dame brucia, dicevamo, e al coro di deficienti si uniscono i “benaltrismi” ignoranti di chi dice “e allora i bambini che muoiono di fame nello Yemen?”. Ora. Premesso che, secondo me, voi per i bambini dello Yemen non avete mai mosso un dito, nemmeno per mandare un sms di solidarietà.

Se non riuscite a percepire la tragedia di una cattedrale come Notre Dame che brucia; se non siete in grado di sentire sulla vostra pelle il dramma della consunzione della storia, l’arroganza impietosa di un errore umano che distrugge secoli di cultura; se non siete in condizione di percepire come perdita immane la distruzione di un monumento che ha dominato con la sua grandiosità secoli di evoluzioni, sopravvivendo a uomini e generazioni, a epoche e cambiamenti, svettando imperterrito sulla caducità umana e testimoniando nella pietra la potenza della bellezza; se non riuscite a provare un brivido irrefrenabile nel pensare a ciò che quell’immensa cattedrale ha rappresentato nella storia dell’uomo e dell’arte, di tutte le arti, dall’architettura alla letteratura, dalla pittura al teatro, più sobriamente perfino ai cartoni animati; ecco, se non riuscite a provare tutto questo, se non riuscite a concepirlo come “tragedia” perché non siete in grado di contestualizzare l’uso della lingua e vi arrogate il diritto di intendere la tragedia solo in relazione alla morte di un essere vivente e non all’estinzione di un bene culturale che è patrimonio di tutti; beh allora vi compatisco e vi invidio. Perché la vostra ignoranza non vi permette di comprendere. E perché non ve ne rendete conto.

**

Immagine correlataPasqua di sangue in Sri Lanka. Vari attentati contemporanei in luoghi della cristianità e hotel di lusso fanno più di 200 vittime. Sembrerebbe che gli autori siano estremisti religiosi. Immagini tremende, disperazione in ogni angolo. Una tragedia immane.

 

La 15a settimana del 2019 finisce così. Molto tristemente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *